Le produzioni del distretto ceramico di Civita Castellana protagoniste a Roma

0
7

L’esperienza dell’arredo bagno sviluppata dal distretto industriale di Civita Castellana sarà protagonista a Roma venerdì 12 settembre per il convegno “Architettura e design. Gli spazi del benessere e dell’igiene”, che concluderà la rassegna di mostre, conferenze e workshop intitolata “La ceramica in architettura”.

Nel corso dell’incontro, in programma alla Casa dell’Architettura in Piazza Manfredo Fanti 47 a partire dalle ore 14, si affronterà il tema della qualità degli spazi architettonici dedicati all’igiene e al benessere con uno sguardo particolare agli aspetti tecnici ed estetici dei componenti sanitari. Partendo da un approfondimento storico sull’architettura degli spazi termali nell’antica Roma si arriverà a presentare una ricognizione completa delle principali ricerche di avanguardia nel campo del design della ceramica sanitaria.

Verrà affrontato anche il tema normativo che regola gli spazi architettonici destinati a questo tipo di servizi. In particolare saranno approfondite le esperienze e le ricerche che riguardano il distretto di Civita Castellana, uno dei principali settori produttivi italiani dedicati alla ceramica e al design. In questa realtà il design ha contribuito in forma determinante al recupero, allo sviluppo e alla nascita di aziende, radicandosi nel tessuto produttivo locale. Qui è stato possibile esprimere una diffusa cultura del prodotto industriale, oltre che a sviluppare innovazione ed assumere statura di sistema, ben al di là di meri valori formali aggiunti all’eccellente capacità tecnica della produzione industriale.

Al convegno interverranno: Augusto Ciarrocchi, presidente della Sezione Ceramica Unindustria;Flavio Mangione della Casa dell’Architettura di Roma; Giorgio Ortolani, docente dell’Università Roma Tre; Carlo Martino, docente dell’Università “La Sapienza”; Paolo D’Arrigo, ADI Lazio; Sergio Cortese, esperto tecnico standard e certificazioni internazionali di prodotto.

L’evento è organizzato con il contributo di Unindustria.

Fonte: UFFICIO STAMPA UNINDUSTRIA VITERBO

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here