In genere sono le questioni più semplici a creare i maggiori problemi: è il caso della scelta del colore delle pareti. Infatti da un lato si può ottenere un effetto diverso da quello desiderato, dall’altro si deve considerare quanto previsto dalla cromoterapia. La scelta di una tinta al posto di un’altra ha un impatto notevole sull’umore e sulle emozioni delle persone: ad esempio il rosso dona vivacità ed energia, mentre il blu e il verde sono colori rilassanti.

1. Non esagerare con colori accesi

Per evitare di ritrovarsi con risultati poco appropriati si deve scegliere la pittura da usare per le pareti in base alla destinazione d’uso della stanza. Infatti la camera da letto e il bagno sono ambienti destinati specificatamente al riposo, alla cura del corpo e della mente e al recupero delle energie. Di conseguenza bisogna evitare di adottare alle pareti colori caldi, squillanti e che risaltino troppo alla vista, come l’arancio, il rosso, il magenta e il rosa shocking. Al tempo stesso per dare allegria all’ambiente non è necessario dipingere tutte le pareti con colori caldi. Una soluzione elegante ed equilibrata consiste nell’adottare tre pareti bianche o in nuance neutre e una sola superficie in una tinta vivace coordinata.

colori delle pareti
unsplash.com

2. Valutare con attenzione l’ambiente e la pittura

Inoltre è fondamentale scegliere il colore adatto: capita spesso di sbagliare nella scelta della tinta e di accorgersi solo alla fine che il risultato non è quello voluto. Si consiglia di valutare con attenzione le caratteristiche dell’ambiente e quelle della pittura per fare poi una piccola prova. Ad esempio è bene farsi un’idea del risultato finale dipingendo una piccola porzione di muro e immaginare come sarà il risultato finale.

3. Scegliere lo stile di arredo prima di dipingere le pareti

Un secondo errore da evitare è quello di dipingere le pareti prima di scegliere lo stile e gli arredi della stanza: si tratta di una decisione che comporta numerosi problemi, come quello di dover sprecare tempo e denaro per trovare i mobili giusti. La soluzione migliore è avere già in mente l’arredo e le caratteristiche dell’ambiente per poi scegliere la pittura che si abbina meglio alla composizione e che risulti in linea con i propri gusti.

colori delle pareti
(unsplash.com)

4. No a colori troppo luminosi, scuri o saturi

Un altro errore da evitare è quello di adottare colori troppo luminosi, scuri oppure saturi: i primi possono stancare dopo qualche tempo e avere un effetto deleterio sull’arredamento. Infatti il colore delle pareti deve far risaltare i mobili e non appesantirli senza valorizzarli. Invece le tinte troppo scure rendono lo spazio buio, opprimente e più piccolo di quanto sia in realtà. Si consiglia di dipingere le pareti in nuance neutre inserendo dettagli dalle tonalità brillanti per dare allegria all’ambiente.

5. Non scegliere il colore stanza per stanza

Un quinto errore da evitare consiste di scegliere il colore delle pareti stanza per stanza, come se ognuna sia un ambiente separato. Invece si deve considerare la casa nella sua interezza per ottenere una soluzione d’insieme armonica e priva di effetti contrasto disturbanti.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome