Basta letti disfatti! Per chi non può (o non ha voglia), ecco il letto che si rifà da solo

letto che si rifà da solo
il letto che si rifà da solo (https://i0.wp.com)

Che gran fatica rifare il letto: tirare bene le lenzuola, ripiegare la coperta, sistemare i cuscini… Basta! Da oggi c’è il letto che si rifà da solo!

Il letto che si rifà da solo

letto che si rifà da solo
il letto che si rifà da solo (https://i0.wp.com)

Perché dobbiamo sistemare il letto ogni mattina se la sera viene puntualmente disfatto? Per molti è solo una perdita di tempo. Invece, altri vorrebbero poter sistemare il letto, ma per via di impedimenti (disabilità o avanzamento dell’età), non riescono a rifarlo. Allora, dato che è cosa buona giusta sistemare la zona dove di dorme: bisogna proteggere il nostro sonno ed il nostro benessere.

[house]

In soccorso dei più pigri, di chi non ha tempo, o non può muoversi, arriva il letto che si rifà automaticamente. Un letto pensato sia per chi proprio non ha voglia o tempo per questa pratica curativa della zona notte. Ma, anche una soluzione intelligente per coloro che, a causa di problemi fisici, disabilità o per via dell’età, non riescono a compiere questo gesto.

Come funziona il letto automatico

il letto che si rifà da solo
il letto che si rifà da solo (http://temi.repubblica.it)

Il letto che si fa da solo, è stato realizzato da un’azienda spagnola che produce appunto letti ed accessori ad esso connessi. Questo letto automatico funziona attraverso un sistema binario. Lungo le sponde, infatti sono stati fissati dei perni che fungono da tiranti per lenzuola, coperte e cuscini. Tutto il processo ha una durata media di circa 50 secondi (sicuramente è più veloce di me!). le modalità di funzionamento del letto sono sostanzialmente due: automatica e manuale. La funzione automatica si avvia dopo che, per un determinato tempo il letto resta disfatto senza nessuno sopra. La funzione manuale invece si attiva attraverso un telecomando.


Piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle ed esprimi la tua idea

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!