Oggi sono sempre più presenti nelle case degli italiani e sono diventati ormai una scelta naturale per chi acquista una casa nuova, stiamo parlando dei piani cottura a induzione (ad link). Prima di scegliere l’elettrodomestico più adatto alla propria cucina sorge spontaneo porsi alcune domande. Proveremo a rispondere quindi a quesiti come: “il piano cottura a induzione mi farà risparmiare rispetto a quello a gas?”, “dovrò acquistare nuove pentole?” o la domanda più frequente “il mio impianto elettrico è sufficientemente potente?”.

Risparmio energetico con il piano cottura a induzione

Prima d tutto bisogna tenere a mente alcune informazioni basilari sul funzionamento del piano cottura a induzione. Il calore viene prodotto grazie ad un campo magnetico che scalda le pentole e che permette alla parte di piano non interessata di restare fredda e non scaldarsi. Il rendimento di questo tipo di elettrodomestico è di molto superiore ad un fornello a gas. Quest’ultimo arriva al 40-50% a causa della dispersione di calore, mentre il piano a induzione raggiunge il 90% di rendimento.

Le bobine, riscaldate grazie al campo magnetico, trasportano il calore solo alla pentola e una volta che questa viene tolta dal “fuoco” il campo magnetico si interrompe, riducendo di molto i tempi di cottura. Pensate che con il fornello a gas si impiegano cinque minuti per far bollire 1 litro d’acqua, con il piano a induzione ne bastano due.

Moderno piano cottura ad induzione Faber
Moderno piano cottura ad induzione (Photo credit: Faber)

Vantaggi e svantaggi del piano cottura a induzione

Ricordatevi che essendo un elettrodomestico che funziona grazie all’elettricità il fabbisogno energetico dell’abitazione crescerà drasticamente. Solitamente un contatore domestico ha una capacità massima di 1,5kW non sufficiente a supportare l’induzione. Per questo motivo è bene richiedere un aumento di potenza con il passaggio a un contratto da 3,3 kW o 6 kW.

Continuando la disamina di vantaggi e svantaggi è impossibile non citare design e praticità. Le linee moderne e semplici dei piani ad induzione sono perfette in qualunque cucina e l’assenza dei fuochi rende la pulizia estremamente facile e veloce.

Tra i principali “contro” troviamo sicuramente il prezzo d’acquisto che è solitamente più elevato rispetto ad un piano a gas e che potrebbe rendere l’acquisto meno consigliato per le seconde case. Un secondo svantaggio, che risponde anche a uno dei quesiti iniziali, è la necessità di sostituire le proprie pentole con una nuova batteria di pentole. Non tutte attivano infatti il campo elettromagnetico e questo rende impossibile la cottura degli alimenti.

Ora che avete tutte le informazioni necessarie, potete fare una scelta accurata e consapevole per l’acquisto del vostro nuovo piano cottura.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.