L’albero sottosopra di Ariana Grande, una metafora della vita

La cantante pop ariana Grande ha un modo tutto suo di sentire il Natale, alcuni forse riterranno i suoi addobbi natalizi poco tradizionale, ma sono sicuramente originali! Diamo un’occhiata a l’albero sottosopra di Ariana Grande stravagante e dark.

L’albero sottosopra di Ariana Grande

La pop star condivide su Instagram le foto del suo, personalissimo, albero di Natale “upside down”. Proprio così, il suo albero poggia il tronco sul soffitto! A rendere tutto ancora più bizzarro sono le decorazioni goth che ha scelto, che non solo adornano l’albero ma si ritrovano anche sulla mensola accanto dove sfilano sopra dei candelieri neri, mentre sotto calze natalizie nere.
Il nero, il colore dominante delle decorazioni a casa Grande, creano un forte contrasto con le pareti bianche e candite.

Possiamo vedere meglio l’allestimento natalizio dalla foto che ha condiviso suo fratello, Frankie Grande, sicuramente più chiara e luminosa della precedente, rivelando una serie di regali incartati con carta da regalo rigorosamente nera, attaccati sul soffitto intorno all’albero. Si nota anche un piccolo alberello sul pavimento.

View this post on Instagram

˙˙˙ɐʇuɐs ɹoɟ ƃuᴉʇᴉɐʍ

A post shared by Frankie James Grande (@frankiejgrande) on

 Il tema del sottosopra è caro alla cantante, se ricordate il video musicale del primo singolo dell’album, “No Tears Left to Cry”, anche lei cammina speditamente sulle pareti e sul soffitto per un effetto alquanto disorientante.

Il 2018 non è stato un anno semplice per la Grande, che insieme ai tanti successi ottenuti nella sua carriera, ha dovuto anche affrontare la perdita del suo ex fidanzato Mac Miller, inoltre poco dopo ha anche deciso di annullare il matrimonio con Pete Davidson. Ai paparazzi che le hanno chiesto del perché di questo albero a testa in giù, la cantante spiega che è una metafora della vita stessa: “A volte la vita può essere sottosopra”.

La tradizione dell’albero sottosopra

Se invece volgiamo trovare un significato più generale all’albero sottosopra, si può risalire ad una tradizione molto antica legato alla figura di San Bonifacio VII. Si narra che un giorno il santo trovandosi in Germania per diffondere il verbo alle popolazioni locali si imbatté in un gruppo di persone intente ad adorare un dio pagano intorno ad una quercia. San Bonifacio fermò il loro sacrificio umano tagliando la quercia con un’ascia. Si noto che dietro alla quercia era nato un piccolo abete e la sua forma triangolare fu di ispirazione per il santo che spiegò ai pagani la Trinità Divina.
Da qui nacque la tradizione delle popolazioni dell’est Europa di addobbare l’albero di Natale capovolto, la sua forma capovolta ricorda quella della croce e richiama il simbolo della Trinità.
Di certo ad oggi la tradizione di addobbare l’albero al contrario si è spogliata dei suoi significati religiosi e spirituali, diventando piuttosto un’idea originale da proporre per il Natale.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome