Amazon fa ancora parlare di sé ma questa volta lo fa con un progetto architettonico davvero impressionante in piena Seattle.

La foresta di Amazon a Seattle

Il colosso dell’e-commerce, Amazon il 29 gennaio 2018 ha inaugurato la sua foresta pluviale all’interno dell’headquarter di Seattle. Tre immense sfere di vetro riempite di piante, un bosco racchiuso in una bolla è il nuovo progetto di ufficio di Amazon. Un progetto da 4 miliardi di dollari dove far lavorare i dipendenti e dargli sensazione di camminare nel bel mezzo di una foresta pluviale.

amazon
seattletimes.com

Spheres è il nome del progetto e infatti si tratta di tre sfere di vetro con 40.000 piante di 400 specie provenienti da tutto il mondo. Come una macchina del teletrasporto queste sfere sembrano trasportarti in un mondo lontano, che non ha niente a che fare con la caotica Seattle, qui i dipendenti che vorranno prendersi una pausa si sentiranno più vicini ad uno scenario dell’America del Sud.

I visitatori all’interno troveranno una cascata alta circa 5 piani ed una temperatura tropicale che si aggira intorno ai 22 gradi e il 60 % di umidità. Proseguendo, il clima varia di circa 5 gradi, in modo che i visitatori possano trovare il proprio “microclima” ideale, con differenze di umidità e sistemi di ventilazione che simulano una brezza esterna.



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.