Bonus Verde 2018: detrazione del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi. Come funziona?

Il Bonus verde 2018 è la nuova detrazione fiscale prevista con la nuova Legge di Bilancio 2018. Si tratta di una detrazione Irpef relativa alle spese sostenute per giardini terrazzi e balconi privati. Capiamo meglio di cosa si tratta.

Il Bonus Verde 2018

Per il 2018 ci sono molte novità riguardo gli interventi di restauro o rinnovamento della casa. Un esempio sono l’Ecobonus (per approfondire leggere il nostro articolo) e il Bonus verde.
Per quanto riguarda il Bonus verde, entrato in vigore il 1 gennaio 2018,è una nuova misura che prevede una detrazione per le spese relative al verde privato.
Il Bonus verde si muove in favore di una promozione del verde privato, infatti le spese sostenute per la sistemazione di giardini, terrazze e balconi verranno rimborsate del 36 % su una spesa massima di 5.000 euro.

bonus verde
Bonus Verde 2018 (ilsalvagente.it)

Si deve trattare di un intervento all’intero giardino o di una sistemazione a nuovo (o un radicale rinnovamento) di un giardino esistente. E’ inclusa anche la collocazione di piante e altri vasi floreali a patto che facciano parte di un intervento più ampio. Quindi la manutenzione ordinaria annuale non rientra nell’agevolazione come anche l’acquisto di piante per interni, compresi i balconi.

Questa nuova misura permette di detrarre dall’imposta sul reddito il 36% della spesa effettuata su un limite massimo di spesa di 5.000 euro, quindi il recupero fiscale ammonterà a 1.800 euro in dieci rate annuali. E’ una detrazione d’imposta Irpef che si aggiunge alle altre detrazioni fiscali spettanti e fruibili attraverso il modello 730 o il modello Redditi PF (ex modello Unico).

Bonus verde: metodi di pagamento

Attenzione perché il pagamento degli interventi dovrà essere effettuato con strumenti che ne permettono la tracciabilità. Si deve procedere quindi con bonifici bancari (sul quale deve essere indicato il riferimento normativo), bancomat, assegni bancari o circolari e carte di credito. Si escludono così tutti i pagamenti in contanti.

Bonus Verde: chi ne può usufruire

Un‘altra condizione necessaria è che l’abitazione sia del soggetto richiedente la detrazione con idoneo titolo di proprietà, affitto o comodato. L’agevolazione spetta per ogni immobile posseduto o detenuto dal contribuente ed è cumulabile con altre agevolazioni. Questo bonus fa riferimento anche ai lavori eseguiti presso le aree verdi degli edifici condominiali.

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.